Taglio di capelli “Cockatoo” e Dr.Martens verniciate a spray, la new romantic di Paul King l’orfanello di Coventry

Scritto da il 25 Febbraio 2024

Come cantante dei King, Paul era conosciuto per il suo particolare taglio detto «cockatoo» e i tipici anfibi Dr. Martens, verniciati con spray colorato

2024 02 25
Credito fotografico: Coventry Telegraph

Nato a Galway in Irlanda  il 20 novembre del 1961, Paul King, ancora in fasce, viene abbandonato davanti al portone di una chiesa e a soli tre mesi verrà adottato dai coniugi inglesi King. A 16 anni vuole diventare una rock star,  e si iscrive al “Coventry Centre for the performing arts”, una scuola di teatro drammaturgo dove impara l’arte di comunicare con i movimenti del corpo, suo modo abituale di vivere i concerti.

Dopo essersi laureato e dopo una breve parentesi con la rock band The Reluctant Stereotypes, il cantante forma i “The Raw Screens” che nel 1983 vengono rinominati “King”, dal cognome di Paul. L’anno successivo il gruppo si esibisce al “The General Wolf” di Coventry, momento fondamentale per il gruppo che poco dopo fa da supporto nei concerti dei “Culture Club“. Il gruppo ha raggiunto per quattro volte tra il 1984 e il 1985 la Top Ten della classifica britannica sia dei singoli, con “Love & Pride” (Numero 2) e “Alone without You” (Numero 8), che degli album, con “Steps in Time”,  fondamentalmente di musica pop con influenze punk-ska, funky & soul,  e “Bitter Sweet”.

2024 02 25 1
Credito fotografico: Coventry Telegraph

I King arrivano anche in Italia e tengono un concerto allo stadio S. Siro a Milano. Le canzoni, quasi tutte scritte da Paul, passavano su tutte le radio inglesi ed i concerti fecero tappa in diversi paesi europei, riscuotendo un buon successo tra il pubblico. Fecero più di 200 concerti in un anno, mentre dal loro album uscivano i singoli “The taste of your tears” e “Torture. Il look di Paul, come quello del personaggio del film Chitty Chitty Bang Bangvincente contraddistingue Paul, verrà abbandonato con il lavoro da solista, dal 1987 in poi. 

2024 02 25 2

Nello stesso anno l’orfanello di Coventry pubblica l’album Joy, e il sound dell’album fortemente “cool jazz” però non conferma il successo degli album precedenti, ma i suoi veri fan lo apprezzano moltissimo.  Dopo che il secondo singolo solista “Follow My Heart” non riesce ad entrare in classifica,  Paul pubblica il singolo “Smug and Irritating” nel 1988. Dopo dieci anni di silenzio in campo musicale, nel 1998, esce la raccolta “The Best of King – Love & Pride”,  che ripropone i grandi successi  dei King, e comprende l’unica hit di Paul King come solista, “I Know” e Paul inizia la sua carriera da  VJ/presentatore televisivo, per cui è stato apprezzato da molti. 

2024 02 25 3

Paul King con il suo così particolare look ha fatto ballare e cantare molto negli anni 80’, e la sua band ha ottenuto un discreto successo che l’ha resa popolare in numerosi stati a livello internazionale. Benché la carriera da solista non sia stata di grande successo e la sua carriera non sia stata lunga, Paul è rimasto nel cuore dei suoi fan, che lo riconosco come un grande dei grandi dei loro tempi. 


LeccoChannel

La web radio dei Blucelesti

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background