Motom: la genialità Italiana

Scritto da il 15 Aprile 2024

IMG 7794

Finita la seconda guerra mondiale, in un periodo di ricostruzione, fermenti e nuove idee imprenditoriali, l’ingegnere Battista Falchetto, già progettista di Lancia, in collaborazione con gli industriali De Angeli Frua ebbe l’idea di costruire una piccola motocicletta, che si avvicinava per caratteristiche più ad un ciclomotore, economico, robusto, affidabile, leggero ma che restasse nell’ambito dei classici 50 cc.

Nacque così il primo MOTOM, che fu chiamato Motomic e debuttò al salone di Ginevra del 1947.

Motomic era l’acronimo di Moto Atomica. La prima produzione del ciclomotore  avvenne a Milano in via Sacco al 2.

Il telaio del MOTOM era stampato con una forma ad X, composto da due semi gusci abbinati, il serbatoio a saponetta era inserito tra i due elementi, subito dietro il cannotto di sterzo. Il propulsore era dotato di un ciclo a quattro tempi messo a punto dal motorista Sola, anche lui come Falchetto di provenienza Lancia.

Le particolarità del motore MOTOM, nello specifico, raccontano di un motore a quattro tempi monocilindrico, raffreddato ad aria, con una buona potenza e dai consumi straordinariamente bassi.

I modelli sportivi degli anni ‘60 superavano tranquillamente i 75 Km orari tenendo i consumi incredibilmente bassi.

Una delle caratteristiche del MOTOM era quella del manubrio che presentava concentrati tutti i comandi di guida: la mano sinistra comandava il cambio, la frizione e il freno anteriore, la destra comandava freno posteriore e gas.

Il marchio MOTOM viene identificato quasi unicamente con il ciclomotore di 48 cc, ma la MOTOM ha costruito moto di pregevole finitura come: DELFINO (150 e 160), la JUNIOR 100 e la potente 98.

IMG 7796
Motom Delfino
IMG 7795

Con il prestigioso motore di 48 cc furono anche progettati e messi in produzione: un originale motocarro e una motozappa che aveva abbinabile una pompa di irrigazione.

Il MOTOM è stato un esempio valido e lampante della genialità italiana del dopoguerra.

Linotype


LeccoChannel

La web radio dei Blucelesti

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background