“Come due ali” ha dato una carezza al cuore di tutti

Scritto da il 22 Aprile 2024

copertina
Emanuela Colombo (a sinistra) con Emanuela Giambelli (al centro) ed Elena Esposito (a sinistra).

La sera di giovedì 18 aprile al ristorante Baba Du Lac di Abbadia Lariana si è svolto l’evento “Come due ali”, su iniziativa di Emanuela Colombo. Questa serata è stata organizzata per raccogliere fondi da devolvere interamente al reparto delle cure palliative dell’ospedale Manzoni di Lecco e il ricavato totale è di ben 2000 euro.

2024 04 22 1

Gli ospiti, il cui numero ammonta a circa 150 persone, sono stati accolti da Emanuela Colombo e dalle sue collaboratrici e in questo modo si è potuto dare inizio alla serata all’emblema della solidarietà. Un momento ricco di emozioni e di riflessioni in particolare sull’argomento oncologico, e sin dal primo momento ogni ospite ha potuto capire quanto la sua partecipazione sia stata importante e quanto bene potrà portare al prossimo.

L’evento è iniziato con uno squisito aperitivo, accompagnato dall’intrattenimento del mentalista Davide Vicini, che ha lasciato a bocca aperta tutta la sala con il suo spettacolo. È stato poi presentato il libro di Emanuela Giambelli “Dal fondo del pozzo”, un’autobiografia definita un vero e proprio “diario di bordo” che ripercorre momenti dolorosi, di sconforto, ostacoli e sfide, che però l’autrice è riuscita a superare e dalle quali ha ricavato importanti insegnamenti. Un libro di grande aiuto sia per persone direttamente toccate da questo male, ma anche per i loro familiari; con la sua storia Emanuela lancia un messaggio forte e profondo: avere sempre coraggio e speranza, e non essere mai soli nell’affrontare ostacoli quali la diagnosi di cancro. 

2024 04 22 2
Davide Vicini con Emanuela Giambelli “Dal fondo del pozzo” e la libraia Emanuela Alippi.

A seguito di questa presentazione che ha fatto commuovere tutta la sala, la serata  è proseguita con la cena e con il discorso di Emanuela Colombo, la parrucchiera organizzatrice della serata che ha parlato del percorso che l’ha portata fin qui. Questo infatti è stato il primo evento, che è a capo di un progetto iniziato ormai da anni e che prende il nome di “Come due ali”, proprio come la serata. Emanuela, dopo la scomparsa della madre Paola nel 2019 a seguito di un tumore, ha deciso di aiutare quelle persone che si trovano ad affrontare un momento di tale portata, perché sa bene cosa si provi, e subito si è messa all’opera. Così ha iniziato ad ottenere una specializzazione in tricologia ed è diventata specialista in colorazione naturale con erbe tintorie. Per Emanuela il suo lavoro è una filosofia che ha al centro la cura e la salute delle clienti; si prende cura perciò anche delle pazienti oncologiche grazie anche ad un apposito macchinario per l’ossigenoterapia. Ma non solo. Emanuela ha scritto nel 2021 anche un suo secondo libro “Vi racconto la mia storia”, grazie al quale ha donato un’offerta al reparto oncologico dell’ospedale di Lecco, a cui è indirizzato il fondo raccolto nella scorsa serata. 

2024 04 22 3

Emanuela ha parlato poi anche di un suo recente progetto: “La parrucca viaggiatrice”, che ha dato una mano a persone provenienti da tutta Italia tramite la consegna di parrucche che sarebbero rimaste nei cassetti di ex-pazienti oncologiche; parrucche che continueranno a circolare fin quando non saranno più utilizzabili. 

Questa missione che Emanuela porta avanti è veramente straordinaria e commendevole, e il suo cuore è animato da forti emozioni, da forte desiderio di essere vicina a chi soffre, dalla volontà di solidarietà e bene verso il prossimo: e questo traspare dai suoi occhi e le sue parole hanno toccato il cuore di ogni persona presente a quella serata. Un fine anch’esso, quello della serata, veramente encomiabile. É stata una serata piacevole, all’insegna del bene e, oserei dire, all’insegna della vita. Gli ospiti, assolutamente contenti, hanno avuto modo di toccare con mano una realtà veramente difficile e che sempre più entra a far parte della vita di molte persone intorno a noi. La forza di continuare a combattere, l’importanza della famiglia e del non perdere mai la speranza, la felicità nei piccoli gesti: questi sono gli insegnamenti che sono stati protagonisti di questa serata e che sono arrivati dritti al cuore degli invitati.

2024 04 22 4
Emanuela Colombo durante il suo discorso

Verso la conclusione dell’evento, Emanuela Colombo ha letto un discorso, scritto da lei stessa, commovente, di cui ritengo fondamentale riportare alcuni stralci:

Ci dimentichiamo di quel valore della vita che si chiama ricordo… a volte fa male ma altre volte fa bene. Fa male perché non ci sono più le persone che abbiamo amato… Fa male perché non si è più giovani e in ottima salute. […] ma fa bene, perchè non essere in ottima salute fa capire che abbiamo bisogno di vivere e assaporare ogni istante che ci rimane”, e ancora “C’è un’altra cosa che conta davvero ad un certo punto: la serenità! La serenità potrebbe diventare il tuo stile di vita, il tuo cammino, la tua filosofia… nel profondo potrebbe essere lì che ti aspetta…

Emanuela Colombo

Le ultime parole del messaggio poi sono un augurio a vedere come vede Emanuela Colombo: con cuore e anima, e sono un invito a ricordarci di ciò che abbiamo e del fatto che possiamo viverlo fino in fondo. Che prezioso insegnamento che ci viene dato, grazie Emanuela! Questo per dire quanto questa serata sia stata straordinariamente unica e solidale. 

2024 04 22 5
Emanuela Colombo e il nipote Samuele Colombo

Si ringraziano tutti i collaboratori per l’organizzazione di questa serata: Sara, la titolare del locale; Glitter, il centro estetico di Abbadia, di Elena e Matteo; il mentalista Davide Vicini e Emanuela Giambelli, autrice del libro “Dal fondo del pozzo”; e tutte le persone che hanno partecipato a questa serata solidale. E grazie a Emanuela Colombo!


LeccoChannel

La web radio dei Blucelesti

Traccia corrente

Titolo

Artista

Background